Come Crearsi un Blog in 10 minuti – La Guida Definitiva

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Quick links

Come crearsi un blog?

Se vogliamo sviluppare una strategia che abbia estrema efficacia nel lungo termine on-line è molto importante crearsi un blog nel quale andremo a condividere le nostre competenze in modo da posizionarci nel nostro mercato di riferimento come persone esperte e autorevoli, in grado di portare un reale beneficio al nostro pubblico.

Non dimentichiamoci che il web è fatto dalle persone.

Se sappiamo interessare, coinvolgere, dare valore alle persone, otterremo valore in cambio.

Vedo tanti siti e blog che trattano argomenti specifici senza però approfondire il lato pratico del “come fare cosa”.

Ed io invece voglio focalizzarmi proprio su quest’aspetto.

Ti dirò esattamente cosa fare nella pratica e come crearsi un blog efficace, in grado di generare traffico, autorevolezza, soldi.

Ai soldi ci arriviamo dopo.

Eccome se ci arriviamo.

Ma ora partiamo dal principio.

Perchè e come crearsi un blog

Come avrai notato in prima persona siamo più attratti dalle persone reali piuttosto che dai Brand che si nascondono dietro un’identità “celata”.

Spesso si ha paura di esporsi con il proprio nome e cognome, con il proprio volto.

Siamo impauriti dal metterci la faccia.

Ma non c’è cosa più sbagliata.

Pensaci, per natura tendiamo a fidarci di più delle persone reali.

In questo momento tu sai stai leggendo come crearsi un blog su susannarosa.com, sai che sono una persona, con una faccia, delle competenze, dei valori.

Se questo post ti sarà utile, attribuirai del valore a ciò che ho scritto.

Darai valore alla mia persona.

Se mi chiamassi “comecrearsiunblog.com” probabilmente non attribuiresti lo stesso valore a ciò che scrivo.

Principi di Personal Brand

Pensa ad instagram ad al suo successo.

Ti sei chiesto perchè sia cresciuto così tanto negli ultimi anni?

Instagram e l’Influencer marketing sono strettamente legati al concetto di personal brand.

Su instagram segui le persone e le loro storie.

(principio alla base del successo anche del Grande fratello, se ci pensi bene)

Siamo tutti attratti da personalità che mentalmente posizioniamo sopra la nostra, al quale desideriamo ispirarci e ambire.

Non a caso le persone che seguiamo sui social network, sono spesso coloro a cui vogliamo somigliare.

Come fare quindi a trasformarci in persone in grado di ispirare gli altri?

Come invogliare gli altri a seguirci?

Come crearsi un blog e un seguito di persone che sia interessato a ciò che facciamo e che voglia conoscerci?

Definire il proprio Personal Brand

Prima di passare al lato pratico di come crearsi un blog è fondamentale capire in che modo possiamo posizionarci all’interno della nostra nicchia e quali sono i tratti che ci differenziano dai nostri competitor.

Prendi carta e penna, o un semplice google doc, e scrivi:

Chi sei?

Definisci chi sei e perchè le persone dovrebbero seguirti.

Evidenzia 5-7 punti fondamentali della tua persona che in una frase definiscano la tua persona.

Facciamo questo esercizio insieme, ti indico quello che scriverei io, tu devi farlo per te.

  1. Sono Susanna, imprenditrice under 30 e Amazon seller.
  2. Sono Susanna, consulente di marketing strategico e crescita online.
  3. Sono Susanna, sviluppo siti web che trasformano le visite in vendite.
  4. Sono Susanna, mi sono costruita da sola e quando non so fare una cosa la imparo.
  5. Sono Susanna, metto sempre in pratica ciò che imparo.

Chi NON sei?

Questa parte è forse più importante della parte “chi sei?”. Chi NON siamo, ci identifica molto di più di “chi siamo”, guarda:

  1. Sono Susanna, non sono laureata (nel digitale non esistono percorsi universitari in grado di stare al passo con i tempi)
  2. Sono Susanna, non riesco a lavorare in modo superficiale.
  3. Sono Susanna, non aspiro alla pensione o al posto fisso.
  4. Sono Susanna, non sono una mamma perfetta.

In cosa credo?

  1. Credo che chiunque possa crescere online ed essere imprenditore.
  2. Credo che il mercato del lavoro cambierà enormemente nei prossimi anni.
  3. Credo che l’etica debba essere alla base di ogni business
  4. Credo alle strade non ancora intraprese, ai percorsi non convenzionali.
  5. Credo nello smart working e al nomadismo digitale.
  6. Credo nella auto-formazione e nella sperimentazione.

In cosa non credo?

Spesso ci accouna di più ciò che non crediamo. Pensa alla politica e al senso di appartenenza, spesso ci sentiamo più uniti da ciò su cui non siamo d’accordo. Avere un nemico crea più aggregazione più affiatamento con il proprio pubblico.

  1. Non credo nei guru.
  2. Non credo al posto fisso.
  3. Non credo alla pensione.
  4. Non credo che l’università sia necessaria per essere imprenditori.
  5. Non credo nel sistema educativo italiano.

Per chi sono?

È molto importante “non essere per tutti“, ma anzi, ritagliarsi una nicchia esclusiva di persone che la pensano come noi, sarà molto più facile farci ascoltare.

  1. Sono per coloro che lavorano nel digitale (o che vorrebbero farlo)
  2. Sono per chi non si fa intimidire da un “non si può fare”
  3. Sono per chi è affamato di risultati
  4. Sono per chi ha voglia di mettesi in gioco
  5. Sono per chi si fa in 4 per raggiungere i propri obiettivi

Per chi non sono?

Definire subito “per chi non sei” crea molta più attenzione nelle persone. Aumenta la chiarezza e polarizzi molto meglio sulle persone che scoprono di essere per te, che si sentono più gratificate grazie al senso di appartenenza.

  1. Non sono per quelli che sostengono “ma abbiamo sempre fatto così”.
  2. Non sono per coloro che non sono aperti a nuove soluzioni
  3. Non sono per chi ha poca elasticità mentale
  4. Non sono per chi ha paura di rimboccarsi le maniche e darsi da fare
  5. Non sono per chi pensa “è troppo difficile” senza neanche averci provato.

 

Una volta fatto questo esercizio bisogna assolutamente iniziare a comportarci online in accordo con il nostro personal brand e i principi che abbiamo appena chiarito.

In ogni nostra comunicazione, post o video, questi principi dovranno emergere ed essere supportati da tesi in appoggio.

Non sono laureata perchè il mondo digitale si muove in modo talmente veloce e ogni percorso di studi universitario in merito risulterebbe obsoleto dopo appena 1 anno”.

Dobbiamo iniziare ad agire come le persone che vorremmo diventare, quelle in grado di ispirare il prossimo con i propri contenuti.

Distaccati dalla persona che sei adesso, e inizia a comportarti esattamente come la persona che vorresti diventare.

Esempio: Se voglio diventare un esperto di Digital marketing, dovrò iniziare a seguire persone che trattano questo argomento, dovrò leggere libri che trattano questo argomento, dovrò creare la mia “bolla” di realtà, dovrò leggere come crearsi un blog.

Come Scrivere Contenuti di Valore

Un blog di successo è caratterizzato da contenuti di estremo valore.

Il Content Marketing stà letteralmente esplodendo in tutto il mondo.

Siamo nel mondo dell’iper-connessione e dell’iper-informazione.

Qualsiasi bisogno abbiamo, online lo troviamo.

Ed ecco che viene fuori l’importanza di sviluppare contenuti di valore, differenti dalla media che trovi online, qualcosa che valga la pena leggere.

Hai presente quando leggi un post ed è talmente interessante che “ne vorresti di più”?

Ecco, quello è un contenuto di valore.

Per capire se un contenuto è di estremo valore devi farti una domanda fondamentale:

“Lo condividerei sul mio profilo Facebook?”

Se la risposta è no, beh, allora devi migliorare ancora molto.

Se la risposta è , sei sulla giusta strada per il successo.

Anche se stai cercando come crearsi un blog, questo non deve significare semplicemente fare un sito internet e lasciarlo lì a marcire.

Per il successo ed acquisire delle competenze, è necessario mettere in pratica ciò che si stà imparando, da subito!

È statisticamente provato che se pensi di fare una cosa ma non la inizi entro 7 giorni, quella cosa quasi sicuramente non la farai mai.

Un blog di successo non solo è un luogo dove trovare dei contenuti interessanti e di valore, ma è anche un luogo dove emerge la personalità dello scrittore e blogger.

Infatti per riuscire ad emergere e distinguersi nel grande mare di internet è fondamentale DIVERSIFICARSI dagli altri e dare un’impronta personale a qualsiasi contenuto produciamo.

Quante volte ti è capitato di avere un problema, cercare la soluzione su internet, trovarla, dimenticarti immediatamente di chi è stato a fornirti quella soluzione?

Infinite volte!

E ti sei mai chiesto invece perché alcuni contenuti ti creano un effetto Netflix?

Ne leggi uno e, giunto alla fine, ne vuoi di più!

La differenza fra questi due contenuti è di sostanziale importanza.

E a noi interessa come crearsi un blog che scateni l’effetto palla di neve, non un blog usa e getta.

Come Lasciare il Segno

Per tenere i tuoi lettori incollati al tuo blog devi lasciare il segno, dare la tua impronta personale per rimanere impresso nella mente delle persone.

Fai in modo che gli utenti che ti hanno visitato una prima volta tornino e che si verifichi quella che in gergo marchettaro si chiama “retention”.

Ovvero fare in modo che gli utenti tornino da noi.

Il nostro blog quindi deve, non solo erogare contenuti di valore e far emergere la nostra personalità, ma in ogni sua parte deve emergere l’essenza del nostro personal Brand e dei nostri valori.

Come crearsi un blog in grado di elevare il nostro personal brand?

La strada è lunga, ma il principio è sempre lo stesso.

Lo step 1 è: INIZIARE (il prima possibile).

Velocità dei Risultati

Abbiamo visto quanto sia importante avere un blog per emergere nella miriade di contenuti di internet.

Ma se vogliamo veramente intraprendere questa avventura dobbiamo metterci in testa che sarà un’attività lenta, con risultati lenti, lentissimi!

Non è un’attività short-term, quindi se cerchi guadagni facili ed immediati, puoi anche smettere di leggere.

Ormai siamo abituaiti alla gratificazione istantanea.

Carico una foto su facebook = ottengo like istantanei

Crearsi un blog è un’attività dove serve enorme costanza, ma ancor di più serve CONSISTENZA.

Con questo non voglio scoraggiarti, anzi.

L’obiettivo ultimo del blog è creare autorità e generare un seguito di persone interessate alla nostra persona e a ciò che facciamo.

Ma i risultati arriveranno con il tempo.

Devi metterti in testa che se vuoi creare un palazzo, non devi pensare al palazzo, ma a poggiare ogni giorno un singolo mattone, nel modo più perfetto che conosci.

Se ogni giorno poggerai il tuo mattone, un giorno avrai un palazzo.

Come Crearsi un Blog WordPress

Se vuoi crearti un blog in modo semplice e veloce senza alcuna conoscenza di codice ti consiglio senza dubbio di utilizzare WordPress.

Io sono sviluppatrice WordPress (programmo da zero temi e plugin) e lo utilizzo per me ed i miei clienti ormai da 15 anni.

Qualunque sia (o sarà) il tuo modello di business, ti assicuro che WordPress è ciò che fa al caso tuo.

Infatti non è efficace solo come crearsi un blog.

Negli anni si è sviluppato talmente tanto che ormai con WordPress è possibile fare davvero di tutto, creare i veri e propri e-commerce, delle piattaforme di prenotazione per hotel, delle piattaforme di vendita corsi, tutto.

Puoi creare incredibili landing pages con Divi, tracciare visite ed eventi con Google Analytics, vendere online grazie a Woocommerce, fare lead generation e email marketing con GetResponse o ActiveCampaign e molto, molto altro.

Come scegliere un nome dominio adatto

A questo punto dovresti aver capito di cosa deve trattare il tuo blog.

Se vuoi investire in ottica di lungo termine sul tuo personal brand, personalmente ti consiglio di registrare il tuo dominio personale: nomecognome.com

Investire su te stesso è il migliore investimento che tu possa fare.

Ma in ogni caso quando devi scegliere un nome dominio tieni conto di questi fattori, il dominio perfetto deve essere:

  • breve e diretto
  • facile da ricordare
  • originale
  • facile da scrivere
  • esplicativo di ciò che tratti

Puoi verificare la disponibilità del tuo nome-dominio su questi siti:

Dove acquistare dominio e hosting

Ormai esistono tantissimi siti nel quale è possibile acquistare dominio e hosting a prezzi ridicoli.

Spesso il dominio viene offerto gratis all’interno del piano hosting.

Se hai dimestichezza con l’inglese puoi usare Namecheap o Bluehost.

Su Namecheap (inglese) puoi comprare domini in sconto anche del 74%, controlla periodicamente le offerte attive.

Altrimenti se preferisci un provider italiano ti consiglio Keliweb o Siteground.

Tutto dipende anche del traffico che prevedi di ricevere sul tuo sito.

Ad esempio se hai già un tuo seguito (e quindi del traffico assicurato) e cerchi un hosting professionale che ti assicuri alte prestazioni io opterei senza dubbio per Siteground.

Se sei indeciso su quale hosting scegliere e non sai di che presazioni hai bisogno, leggi la mia recensione su Siteground.

Indipendentemente dal provider di hosting che sceglierai, la procedura di acquisto è più o meno la stessa.

Ti mostro il percorso di acquisto dominio e hosting di Siteground, ma tu scegli quello che preferisci.
Una volta cliccato su acquista saremo portati su un form di verifica disponibilità dominio.
Inseriamo nell’apposito campo il dominio che abbiamo scelto e verifichiamo la disponibilità.

Ottimo, a questo punto verremo reindirizzati nel checkout dove dovremo inserire tutti i dati richiesti e concludere il pagamento.

In questo modo finalmente avremo la proprietà esclusiva del nostro dominio e attivato il nostro servizio di hosting.

Come guà detto questo esempio fa riferimento a Siteground, ma chiaramente puoi scegliere il provider che preferisci, per comodità ti riscrivo alcuni che utilizzo e ritengo validi:

(periodicamente aggiornerò questa lista)

Concluso l’acquisto ci arriveranno delle email molto importanti, soprattutto una.

Le informazioni di accesso al nostro hosting

Ci arriverà una mail contenente TUTTI i dati di accesso al nostro nuovo spazio hosting, nel quale molto presto andremo a installare wordpress.

La mail con le informazioni è più o meno così:

Configurazione FTP

  • Username: tuousername
  • Password: tuaP@s5W0rD
  • FTP Hostname: ftp.tuodominio.com
  • FTP Host Temporaneo:
  • Porta FTP: 21

Pannello di controllo cPanel:

  • Nome utente: tuousername
  • Password: tuaP@s5W0rD

Seguiranno altre informazioni riguardanti le impostazione delle email legate al dominio e informazioni sul server come dns e nameserver

Per ora non ci interessano, concentriamoci sull’accedere allo spazio hosting e sull’installazione di wordpress.

Come Scaricare WordPress

Se hai seguito tutti gli step precedenti adesso possiedi le credenziali di accesso al tuo hosting e possiamo iniziare a darci dentro con la pratica.

Grazie a questa guida non solo lo padroneggerai, ma potrai ampliare esponenzialmente le sue funzionalità grazie ad altre guide che ho scritto.

Vediamo subito da dove scaricare wordpress, come installarlo sul nostro spazio hosting e come personalizzarlo sulle nostre esigenze.

Questo è il link per scaricare l’ulitma versione disponibile di WordPress:

https://it.wordpress.org/download/

Scaricalo e scompattalo, è uno zip.

A questo punto avrai nel tuo computer una cartella chiamata WordPress con all’interno i file che lo compongono.

Ricorda questo passaggio, ci torniamo dopo.

Adesso andiamo avanti e vediamo come crearsi un blog, come registrare il tuo dominio, come accedere allo spazio hosting, e come installare wordpress..

Come Accedere al cPanel

Per collegarsi al cPanel basterà digitare: nometuodominio.com/cpanel

Vedremo una schermata simile a questa:

A questo punto inseriamo le credenziali di accesso che abbiamo ricevuto via email poco fa’.

(nel mio esempio sarebbero queste – Nome utente: tuousername / Password: tuaP@s5W0rD)

Quasi tutti i provider permettono di accedere al cPanel senza credenziali attraverso l’accesso sul loro sito.

Questo significa che puoi entrare nel cpanel anche andando (ad esempio) su https://login.siteground.com/, effettuando l’accesso alla tua area personale, e poi nel dettaglio dei servizi acquistati troverai “Vai al cPanel“.

Una volta effettuato l’accesso al cPanel avremo davanti a noi tutti gli strumenti per gestire il nostro spazio hosting.

Per il momento ci interessa creare un un database nel quale verranno conservati tutti i dati relativi al nostro sito web wordpress.

Perchè è necessario un Database?

Ma prima di vedere esattamente come crearsi un blog, è necessario capire cos’è e perchè dobbiamo creare un database MySQL.

Il database è il luogo dove WordPress inserirà tutte le informazioni e i contenuti del tuo sito.

Dobbiamo immaginare WordPress come un contenitore, ed il database come il contenuto del contenitore.

Se immaginiamo WordPress come una stanza vuota, il database sarebbe rappresentato da mobili e arredamento.

Il nostro blog nel suo complesso, sarà quindi una stanza, comprensiva di mobili, di arredo, nel quale viviamo noi, e nel quale vogliamo invitare le persone.

Il traffico, proveniente da Google, Facebook, Instagram o altro, sono persone che entrano nel nostro salotto, e sarà dunque nostro compito farli stare bene in nostra compagnia, farli andare via con qualcosa di positivo, fare in modo che si ricordino di noi e, possibilmente, tornino.

Come Creare un Database MySQL per WordPress

Clicchiamo su “Database MySQL”, verremo portati ad una schermata dove dovremo creare un nuovo database.

Poi dovremo creare un nuovo utente per il database.

Segnati da qualche parte il tuo database_nome, database_utente, database_password.

Ci serviranno tra poco.

Adesso dovremo assegnare l’utente appena creato, al database precedentemente creato.

Ancora non comunicano tra loro!

Per farlo scorriamo in basso, e troviamo un’area come questa, selezioniamo il nostro database, e il nostro utente, click su “Aggiungi”.

Adesso ci viene chiesto i privilegi che questo utente deve avere all’interno del nostro database.

Clicchiamo “TUTTI I PRIVILEGI” e apportiamo le modifiche.

Ottimo!

Adesso abbiamo creato il database, pochissimi step mancano all’installazione di wordpress tra poco vedremo nello specifico come crearsi un blog.

 

 

Come Collegarsi tramite FTP al server

Adesso dobbiamo caricare fisicamente i file del nostro wordpress (precedentemente scaricato nel nostro pc) all’interno del nostro spazio hosting.

Come? Tramite FTP.

Non ti tedierò spiegandoti tecnicamente cosa è l’FTP, te lo spiegherò in parole semplici.

Sostanzialmente è un modo di accedere al nostro spazio hosting che ci permette di vedere file e cartelle come se aprissimo il nostro Esplora Risorse (o Finder su Mac).

Oltre questo grazie all’FTP potremo spostare velocemente i file dal nostro pc al nostro spazio hosting con dei semplici drag-and-drop.

Nella email di conferma ordine ti sarà stato mandato anche le credenziali di accesso al cPanel e al tuo spazio FTP.
Queste credenziali ci serviranno tra un minuto.
Per prima cosa devi scaricare Filezilla, un software che ci permette di visualizzare contemporaneamente cartelle locali (sul nostro pc) e cartelle remote (sul nostro spazio hosting).

Installalo come un normale software.

Una volta installato ti troverai davanti una schermata come questa:

Come vedi il programma è diviso in 2 parti:

  • Sinistra il nostro PC
  • Destra il nostro Server
    (è vuoto perche ancora dobbiamo collegarci)

Come Inserire il nostro sito su di Filezilla

Clicchiamo in alto a sinistra su “nuovo sito”.

Vedremo poi una schermata come questa, clicchiamo su “Nuovo sito”.

Impostiamo un nome per il sito e andiamo ad inserire tutte le informazioni sul nostro server.

Troviamo tutto nella famosa email che ci è arrivato dopo che abbiamo acquistato il nostro spazio hosting.

Scorriamo nella mail e cerchiamo la “Configurazione FTP”.

Copiamo incolliamo i dati della mail al’interno della finestra di filezilla.

Una volta compilato tutto, clicchiamo su Connetti.

Bene, siamo dentro.

Se ti apparisse un avviso del tipo “certificato sicuro” etc, spunta la casella “contrassegna sempre come sicuro” e vai avanti.

Come mettere online WordPress

Adesso la schermata che devi sarà simile a questa:

Nell’area che ho evidenziato in VERDE, devi cercare la cartella public_html e cliccarci sopra.

A questo punto, nell’area ce ho evidenziato in CELESTE, ti apparirà il contenuto di quella cartella specifica (che ora è vuota).

È esattamente lì che dovremo andare a caricare i file del nostro wordpress.

Per farlo possiamo eseguire un rapido drag and drop del contenuto della cartella “wordpress” precedentemente scaricata.

ATTENZIONE!

All’interno della cartella “public_html” deve andarci il CONTENUTO della cartella wordpress, non la cartella stessa.

La struttura eve essere questa:

  • public_html
    • wp-admin
    • wp-content
    • wp-includes

NON questa:

  • public_html
    • wordpress
      • wp-admin
      • wp-content
      • wp-includes

Tutto chiaro?

A questo punto attendiamo il trasferimento dei file, presto sapremo se hai fatto tutto bene! 🙂

 

Modifica del wp-config.php

Ti ricordi quanto ti ho detto di segnarti le credenziali del database MySQL che abbiamo creato prima?

Ecco, è il momento di tirarle fuori perchè ci serviranno tra un attimo.

Prima di procedere all’installazione di wordpress dobbiamo apportare una piccolissima modifica ad uno dei file del nostro wordpress.

Altrimenti non funzionerà niente!

Tranquillo è molto semplice.
Vai nella root del tuo spazio hosting (la root è sostanzialmente la cartella public_html).

C’è un file che si chiama “wp-config.php”, individualo, e trascinalo nella parte sinistra di filezilla, ovvero all’interno del tuo pc.

Una volta scaricato apri il file con un comune blocco note o con un programma per coding, sublimetext va benissimo.

devi inserire i tuoi dati relativi al database come in figura:

Attenzione alla sintassi, non cancellare le virgolette, lascia tutto com’è.

Cambia solo i valori all’interno delle virgolette inserendo i tuoi.

Una volta fatto, salva e fai l’upload del file.

Puoi trascinarlo o fare un semplice doppio click, attenzione a rimetterlo nella root (dove era prima).

Ti verrà mostrato un avviso che ti chiede se vuoi sovrascrivere il file, tu digli di si.

Bene!

Abbiamo praticamente finito.

 

Installazione di WordPress

Adesso vedremo se hai fatto tutto bene!

Non sei curioso?

Ora puoi finalmente collegarti al tuo sito.

www.tuosito.com

e vedrai una schermata come questa


Clicca su Iniziamo!

In questa scermata dovrai inserire i dati relativi al tuo database (precedentemente creato).


Clicca “Invia” e…

Ce l’abbiamo fatta!


La parte più difficile è poprio quella della connessione al database, adesso, è tutto in discesa!

Clicca su “Avvia l’installazione” e segui gli step.

Dovrai inserire il nome del sito, impostare nome e password per l’account amministratore (non usare la parola “admin”, è a rischio hackeraggio)

Termina la procedura e questo punto siamo ufficialmente online!

Alla fine non è stato poi così difficile, no?

Certo, ancora manca la parte dei temi, plugin, gestione degli articoli e delle pagine..

Mancano molte cose che approfondiremo molto presto, ma aver portato a termine questa prima fase su come crearsi un blog è il primo grande passo per riuscire a comunicare efficacemente con la tua (attuale o futura) audience.

In questo articolo abbiamo visto come crearsi un blog con wordpress, perchè farlo e come farlo da un punto di vista “tecnico”, adesso hai finalmente il tuo blog online ed operativo e dunque tutti gli strumenti per iniziare a smanettare.

Fallo!

Inizia a smanettare e a fare pratica.

Crea pagine, distruggi, installa e disinstalla plugin, sperimenta!

È l’unico modo per imparare qualcosa.

Adesso non resta altro che personalizzarlo e riempirlo di contenuti (di valore mi raccomando!).

Il vero lavoro inizia adesso, sviluppare un personal brand di successo, scrivere contenuti di valore e crearsi un seguit, non è certo facile come crearsi un blog dal punto di vista tecnico, te lo assicuro!

Conclusione

Ti va di aiutarmi?

Oggi abbiamo visto nella pratica come crearsi un blog wordpress dove far emergere il proprio personal brand grazie ad i contenuti.

Ma ho intenzione di scrivere altre guide come questa, su altri argomenti tipo:

  1. Come Personalizzare il Proprio Tema WordPress Facilmente
  2. Come scegliere il Tema WordPress più adatto alle tue esigenze
  3. Come velocizzare del 73% il tuo sito WordPress

Mi fai sapere quale preferisci che scriva prima? ..o se vuoi che scriva di un’altro argomento specifico fammelo sapere, qui sotto trovi come contattarmi:

  • Scrivimi un Emal su: info@susannarosa.com
  • Scrivimi in Chat su Facebook: in basso a destra trovi l’icona per chattare subito con me!
  • Mandami un Direct su Instagram: @susannarosa_
    ..oppure taggami in una storia su Instragram (io farò lo stesso!)

 

Se da questa guida hai appreso come crearsi un blog, e mi raccomando, se ti è stata utile, condividila con i tuoi amici sui social, facciamo crescere insieme la consapevolezza digitale!

Un abbraccio,

Susanna

non hai trovato quello che stavi cercando?

fammi sapere quale problema devi risolere, se posso, ti aiuterò.

gratis.